ZiB

Un passo oltre l'ordinario

29 luglio - 18 agosto 2022

Ricevimento: giovedì 4 agosto 2022, 18-20

Chiedere informazioni Visualizza catalogo Acquista su ARTmine

I paesaggi prismatici dell'artista francese Isabelle Guillet-Bouloc, nota anche come ZiB, sono un trionfo della sinestesia. Grandi soli arancioni evocano il profumo frizzante dell'acqua marina, uccelli esotici evocano visioni di calde terre equatoriali, mentre le palme che si ergono contro cieli cerulei incontaminati ci fanno venire voglia di scavare con le mani nei granelli di una spiaggia sabbiosa. L'ebbrezza sensoriale dei dipinti di Guillet-Bouloc è tanto più potente quando distilla frammenti della sua vita e li intreccia in opulenti arazzi multicolori. Ci sono ricordi delle sue estati trascorse sulle coste della Bretagna con i suoi nonni, che si riflettono nei toni del grigio e del verde smeraldo dell'Oceano Atlantico. C'è il Mar Mediterraneo con il suo scintillante bagliore argenteo e c'è l'Africa, dove Guillet-Bouloc ha trascorso sette anni assorbendo i colori vivaci dei tessuti e dell'architettura locale. Musicista consumato, Guillet-Bouloc orchestra abilmente tutti questi elementi in una melodia armoniosa coesa, una vera festa per i sensi.

Con sede nel sud della Francia, Guillet-Bouloc si è diplomato al conservatorio di musica di Tolone. Sempre in Francia, ricevette lezioni di pittura all'Ecole Martenot di Orange e studiò per un anno a Laudun con un pittore professionista. Prima di dedicarsi interamente all'arte, Guillet-Bouloc era una cantante e pianista professionista e lavorava come giramondo per eventi privati.

Visualizza le mostre passate

ZiB

Un passo oltre l'ordinario

29 luglio - 18 agosto 2022

Ricevimento: giovedì 4 agosto 2022, 18-20

SOS pour les oiseaux
SOS pour les oiseaux

Acrilico su tela di lino
31,5" x 31,5"

Chiedere informazioni Visualizza catalogo Acquista su ARTmine

I paesaggi prismatici dell'artista francese Isabelle Guillet-Bouloc, nota anche come ZiB, sono un trionfo della sinestesia. Grandi soli arancioni evocano il profumo frizzante dell'acqua marina, uccelli esotici evocano visioni di calde terre equatoriali, mentre le palme che si ergono contro cieli cerulei incontaminati ci fanno venire voglia di scavare con le mani nei granelli di una spiaggia sabbiosa. L'ebbrezza sensoriale dei dipinti di Guillet-Bouloc è tanto più potente quando distilla frammenti della sua vita e li intreccia in opulenti arazzi multicolori. Ci sono ricordi delle sue estati trascorse sulle coste della Bretagna con i suoi nonni, che si riflettono nei toni del grigio e del verde smeraldo dell'Oceano Atlantico. C'è il Mar Mediterraneo con il suo scintillante bagliore argenteo e c'è l'Africa, dove Guillet-Bouloc ha trascorso sette anni assorbendo i colori vivaci dei tessuti e dell'architettura locale. Musicista consumato, Guillet-Bouloc orchestra abilmente tutti questi elementi in una melodia armoniosa coesa, una vera festa per i sensi.

Con sede nel sud della Francia, Guillet-Bouloc si è diplomato al conservatorio di musica di Tolone. Sempre in Francia, ricevette lezioni di pittura all'Ecole Martenot di Orange e studiò per un anno a Laudun con un pittore professionista. Prima di dedicarsi interamente all'arte, Guillet-Bouloc era una cantante e pianista professionista e lavorava come giramondo per eventi privati.

SOS pour les oiseaux
SOS pour les oiseaux
Le Printemps
Le Printemps
L'oiseau en liberté
L'oiseau in libertà
Chiedere informazioni Visualizza catalogo Acquista su ARTmine

Visualizza le mostre passate di ZiB

Un passo oltre l'ordinario | 29 luglio - 18 agosto 2022

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela
ISCRIVITI ALLA NOSTRA LISTA

Iscriviti per ricevere e-mail di notizie ed eventi