Jennifer Fauno Manne

Certe Fluidità

3 gennaio - 24 gennaio 2023

Ricevimento: giovedì 5 gennaio 2023, 18:00-20:00

Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Fauno Manne è un pittore e stilista di moda con sede nell'area metropolitana di Chicago. Avendo lavorato nella moda per più di vent'anni, Manne ha acquisito una profonda conoscenza del corpo femminile. Studiando una combinazione di modelli dal vivo e riferimenti fisici, costruisce collage toccanti che denunciano l'oggettivazione delle donne. Manne descrive la sua tecnica come "Pittura senza vernice", che consiste nel costruire composizioni figurative sovrapponendo ritagli di riviste, carta velina o carta dai colori vivaci e aggiungendo tocchi finali con vernice acrilica. Privi di vita, i suoi soggetti fissano il nulla con occhi vacui, come manichini in una vetrina. Nel Tatuami serie, ad esempio, le figure sono rivestite con immagini pulp art tratte da libri che sessualizzano e degradano fortemente le donne. Manne ha utilizzato rare pubblicazioni originali, che ha scovato da varie fonti online. Le immagini sono rappresentazioni della visione depotenziante delle donne, che sono considerate oggetti utilitaristici più simili a bambole che a esseri pensanti. Quasi inquietanti nel loro candore, le figure ci fanno rabbrividire. Manne vuole che guardiamo in profondità nelle pupille vitree dei modelli, in modo da poter riconoscere la loro umanità dietro le loro corazze di plastica vuote.

Visualizza le mostre passate

Jennifer Fauno Manne

Certe Fluidità

3 gennaio - 24 gennaio 2023

Ricevimento: giovedì 5 gennaio 2023, 18:00-20:00

The Horror! The Horror!
L'orrore! L'orrore!

Acrilico e collage su carta
24 "x 18"

Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Fauno Manne è un pittore e stilista di moda con sede nell'area metropolitana di Chicago. Avendo lavorato nella moda per più di vent'anni, Manne ha acquisito una profonda conoscenza del corpo femminile. Studiando una combinazione di modelli dal vivo e riferimenti fisici, costruisce collage toccanti che denunciano l'oggettivazione delle donne. Manne descrive la sua tecnica come "Pittura senza vernice", che consiste nel costruire composizioni figurative sovrapponendo ritagli di riviste, carta velina o carta dai colori vivaci e aggiungendo tocchi finali con vernice acrilica. Privi di vita, i suoi soggetti fissano il nulla con occhi vacui, come manichini in una vetrina. Nel Tatuami serie, ad esempio, le figure sono rivestite con immagini pulp art tratte da libri che sessualizzano e degradano fortemente le donne. Manne ha utilizzato rare pubblicazioni originali, che ha scovato da varie fonti online. Le immagini sono rappresentazioni della visione depotenziante delle donne, che sono considerate oggetti utilitaristici più simili a bambole che a esseri pensanti. Quasi inquietanti nel loro candore, le figure ci fanno rabbrividire. Manne vuole che guardiamo in profondità nelle pupille vitree dei modelli, in modo da poter riconoscere la loro umanità dietro le loro corazze di plastica vuote.

The Horror! The Horror!
L'orrore! L'orrore!
Crying Out Loud
Gridare forte
Flight
Volo
New Luxury (Framed)
Nuovo lusso (con cornice)
Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Guarda le mostre passate di Jennifer Faun Manne

Alcune fluidità | 3 gennaio - 24 gennaio 2023

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela