Kang Sanghee

Sogni esotici

2 novembre - 22 novembre 2022

Ricevimento: giovedì 3 novembre 2022, 18:00-20:00

Chiedere informazioni Visualizza catalogo Acquista su ARTmine

Artista Sanghe Kang vive e lavora in Corea come insegnante e docente presso il Dipartimento di Belle Arti della Kunsan National University. Crescendo, Kang ha notato che suo padre cercava di riparare le ferite inflitte dalla guerra di Corea, che ha lottato per riparare attraverso i rapporti umani e le istituzioni. Invece, ha trovato conforto nella natura. Guardare come gli animali e le piante scomparivano e si rigeneravano durante le quattro stagioni lo confortava. Kang è maturata nella società coreana con il suo punto di vista unico sulla natura, mentre era ancora alle prese con il trauma trasmessole dalla sua famiglia.

Kang traduce il desiderio e il dolore umani nelle sue opere d'arte, trasmettendo la bellezza che generano, seguendo il movimento dell'acqua. Ogni scultura crea un metamondo, in cui viene costruita una scena diversa a seconda delle condizioni di luce, ambiente, direzione e altri fattori visivi. Ogni scultura esiste all'intersezione di tempo e spazio, dimostrando la particolare capacità di Kang di costruire interi universi all'interno di ogni opera d'arte. La più grande influenza di Kang rimane suo padre e il suo processo si evolve per presentare nuovi modi di chiarire il proprio mondo attraverso l'arte. Kang ha tenuto una mostra personale al Jeonju Gyodong Museum of Art e mostre collettive in gallerie internazionali e nazionali in Corea.

Visualizza le mostre passate

Kang Sanghee

Sogni esotici

2 novembre - 22 novembre 2022

Ricevimento: giovedì 3 novembre 2022, 18:00-20:00

Arirang (sorrow, pain) 1
Arirang (dolore, dolore) 1

Pittura acrilica, stampa, cemento, cucito sulla rete
32" x 45"

Chiedere informazioni Visualizza catalogo Acquista su ARTmine

Artista Sanghe Kang vive e lavora in Corea come insegnante e docente presso il Dipartimento di Belle Arti della Kunsan National University. Crescendo, Kang ha notato che suo padre cercava di riparare le ferite inflitte dalla guerra di Corea, che ha lottato per riparare attraverso i rapporti umani e le istituzioni. Invece, ha trovato conforto nella natura. Guardare come gli animali e le piante scomparivano e si rigeneravano durante le quattro stagioni lo confortava. Kang è maturata nella società coreana con il suo punto di vista unico sulla natura, mentre era ancora alle prese con il trauma trasmessole dalla sua famiglia.

Kang traduce il desiderio e il dolore umani nelle sue opere d'arte, trasmettendo la bellezza che generano, seguendo il movimento dell'acqua. Ogni scultura crea un metamondo, in cui viene costruita una scena diversa a seconda delle condizioni di luce, ambiente, direzione e altri fattori visivi. Ogni scultura esiste all'intersezione di tempo e spazio, dimostrando la particolare capacità di Kang di costruire interi universi all'interno di ogni opera d'arte. La più grande influenza di Kang rimane suo padre e il suo processo si evolve per presentare nuovi modi di chiarire il proprio mondo attraverso l'arte. Kang ha tenuto una mostra personale al Jeonju Gyodong Museum of Art e mostre collettive in gallerie internazionali e nazionali in Corea.

Arirang (sorrow, pain) 1
Arirang (dolore, dolore) 1
Arirang (Sorrow, Pain) 2
Arirang (Dolore, Dolore) 2
Horn of Dream 2
Corno del sogno 2
Messenger 4
Messaggero 4
Parasitic Universe 1
Universo parassitario 1
Chiedere informazioni Visualizza catalogo Acquista su ARTmine

Guarda le mostre passate di Kang Sanghee

Fantasticherie esotiche | 2 novembre - 22 novembre 2022

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela
ISCRIVITI ALLA NOSTRA LISTA

Iscriviti per ricevere e-mail di notizie ed eventi