Jenny Shaw

Passaggi primaverili

1 aprile - 21 aprile 2022

Ricevimento: giovedì 7 aprile 2022, 18-20

Chiedere informazioni

Come pittore, Jenny Shaw è la coreografa delle sue sinfonie visive. Le sue composizioni delicatamente eseguite suonano sulla tela al suono di un'orchestra invisibile. Come ad uno stadio immaginario dall'alto, vediamo vasti campi di sfumature pastello attraversati da fiumi di colori esplosivi; un ensemble diretto con grazia da Shaw, che ha studiato danza classica e ha trascorso un decennio a gareggiare come ballerino da sala. Nei suoi dipinti musica, movimento e immagini diventano un tutt'uno. Il tempo varia da adagio allegro vivacissimo; mentre ogni elemento cospira per prendere parte a questa gloriosa esibizione: steli di fiori sporgono come le corde di un violino, i petali diventano i tutù arruffati di una ballerina, mentre le fate in punta di piedi sulla tela lasciano impronte colorate al loro passaggio.

Shaw ottiene questo risultato applicando strati di acrilico, guazzo, gesso, pastelli a olio e pennarelli usando un pennello e le sue mani. Mentre costruisce la consistenza, raschia e copre parte della vernice per rivelare solo l'essenziale. Questo è il modo in cui Shaw setaccia il caos della vita, decidendo cosa eliminare e cosa preservare e amare.

Originario di Taiwan, Shaw si è laureato in Letteratura inglese e ha avuto una carriera di successo come giornalista, scrivendo per eminenti pubblicazioni come The Asian World. Ha tenuto la sua prima mostra personale nel 2002 presso l'American Club Taipei, durante la quale sono stati venduti trenta dei suoi pezzi. Seguirono altre due mostre personali e innumerevoli mostre collettive. Shaw attualmente vive e lavora a Los Angeles, California.

Visualizza le mostre passate

Jenny Shaw

Passaggi primaverili

1 aprile - 21 aprile 2022

Ricevimento: giovedì 7 aprile 2022, 18-20

Traveler #0222
Viaggiatore #0222

Tecnica mista su tela
30 "x 24"

Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Come pittore, Jenny Shaw è la coreografa delle sue sinfonie visive. Le sue composizioni delicatamente eseguite suonano sulla tela al suono di un'orchestra invisibile. Come ad uno stadio immaginario dall'alto, vediamo vasti campi di sfumature pastello attraversati da fiumi di colori esplosivi; un ensemble diretto con grazia da Shaw, che ha studiato danza classica e ha trascorso un decennio a gareggiare come ballerino da sala. Nei suoi dipinti musica, movimento e immagini diventano un tutt'uno. Il tempo varia da adagio allegro vivacissimo; mentre ogni elemento cospira per prendere parte a questa gloriosa esibizione: steli di fiori sporgono come le corde di un violino, i petali diventano i tutù arruffati di una ballerina, mentre le fate in punta di piedi sulla tela lasciano impronte colorate al loro passaggio.

Shaw ottiene questo risultato applicando strati di acrilico, guazzo, gesso, pastelli a olio e pennarelli usando un pennello e le sue mani. Mentre costruisce la consistenza, raschia e copre parte della vernice per rivelare solo l'essenziale. Questo è il modo in cui Shaw setaccia il caos della vita, decidendo cosa eliminare e cosa preservare e amare.

Originario di Taiwan, Shaw si è laureato in Letteratura inglese e ha avuto una carriera di successo come giornalista, scrivendo per eminenti pubblicazioni come The Asian World. Ha tenuto la sua prima mostra personale nel 2002 presso l'American Club Taipei, durante la quale sono stati venduti trenta dei suoi pezzi. Seguirono altre due mostre personali e innumerevoli mostre collettive. Shaw attualmente vive e lavora a Los Angeles, California.

Traveler #0222
Viaggiatore #0222
Traveler #0122
Viaggiatore #0122
Traveler #0322
Viaggiatore #0322
#10821
#10821
#17821
#17821
Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Visualizza le mostre passate di Jenny Shaw

Passaggi primaverili | 1 aprile - 21 aprile 2022

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela