Daniel Loveridge

Red Dot Miami 2019

4 dicembre - 8 dicembre 2019

Ricevimento: giovedì 1 gennaio 1970, 18-20

Chiedere informazioni

Daniel LoveridgeLe grintose tele di ' catturano perfettamente la bellezza cruda e impenitente del degrado urbano. Lavorando principalmente con acrilico e inchiostro su tela, Loveridge dipinge en plein air, come ha fatto per i suoi sedici anni di carriera. Scene interne fatiscenti costituiscono la maggior parte dell'opera dell'artista. Gli edifici abbandonati pieni di latta in decomposizione e muri di cemento sono intensificati da macchie di graffiti brillantemente pigmentate in tutte le sue composizioni. I toni terrosi della terracotta, del marrone e del grigio contrastano con le sfumature artificiali e quasi luminose del rosa, del blu e del viola che intimano il segno dell'umanità nel mondo concreto di Loveridge. Tuttavia, l'impatto della natura rimane una componente centrale delle opere dell'artista poiché le finestre rotte e le porte d'acciaio poste al centro delle sue composizioni rivelano escrescenze di alberi, viti e arbusti. Natura e architettura sono allo stesso tempo armoniosamente simbiotiche e combattive nei dipinti di Loveridge.

Laureato alla Stony Brook University di New York, Loveridge ha iniziato la sua carriera di pittore all'età di quindici anni. Alla domanda sul suo lavoro, spiega: "Miro a catturare il degrado urbano: come la natura supera le strutture create dall'uomo e come gli artisti dei graffiti danno vita a edifici morenti contribuendo anche all'erosione". L'artista attualmente risiede a New York.

 

 

Visualizza le mostre passate

Daniel Loveridge

Red Dot Miami 2019

4 dicembre - 8 dicembre 2019

Ricevimento: giovedì 1 gennaio 1970, 18-20

Devocíon, diptych
Devozione, dittico

Acrilico su legno
20" x 10"

Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Daniel LoveridgeLe grintose tele di ' catturano perfettamente la bellezza cruda e impenitente del degrado urbano. Lavorando principalmente con acrilico e inchiostro su tela, Loveridge dipinge en plein air, come ha fatto per i suoi sedici anni di carriera. Scene interne fatiscenti costituiscono la maggior parte dell'opera dell'artista. Gli edifici abbandonati pieni di latta in decomposizione e muri di cemento sono intensificati da macchie di graffiti brillantemente pigmentate in tutte le sue composizioni. I toni terrosi della terracotta, del marrone e del grigio contrastano con le sfumature artificiali e quasi luminose del rosa, del blu e del viola che intimano il segno dell'umanità nel mondo concreto di Loveridge. Tuttavia, l'impatto della natura rimane una componente centrale delle opere dell'artista poiché le finestre rotte e le porte d'acciaio poste al centro delle sue composizioni rivelano escrescenze di alberi, viti e arbusti. Natura e architettura sono allo stesso tempo armoniosamente simbiotiche e combattive nei dipinti di Loveridge.

Laureato alla Stony Brook University di New York, Loveridge ha iniziato la sua carriera di pittore all'età di quindici anni. Alla domanda sul suo lavoro, spiega: "Miro a catturare il degrado urbano: come la natura supera le strutture create dall'uomo e come gli artisti dei graffiti danno vita a edifici morenti contribuendo anche all'erosione". L'artista attualmente risiede a New York.

 

 

Devocíon, diptych
Devozione, dittico
Grippos Dens
Tane Grippos
83 Metropolitan
83 Metropolita
85 Metropolitan
85 metropolita
Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Visualizza le mostre passate di Daniel Loveridge

Punto Rosso Miami 2019 | 4 dicembre - 8 dicembre 2019

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela