Bekir Smolski

Scattare la luce fantastico

7 dicembre - 18 gennaio 2018

Ricevimento: giovedì 7 dicembre 2017, 18:00-20:00

Chiedere informazioni

Con olio su tela, Bekir Smolski dipinge ambienti che offuscano il confine tra fantasia e realtà. La luce cade dolcemente su paesaggi luminosi e silenziosi. Alberi immobili, sabbia e ghiaccio si congelano nel tempo sotto i colpi stretti del pennello di Smolski. L'impatto del tempo è evidente in ogni scena attraverso striature e dettagli testurizzati. Il lavoro di Smolski a volte assume una svolta surreale: in alcuni pezzi, punte di pietra e legno si curvano in modo impossibile attraverso le tele, risplendendo in cima. La terra e la flora sfaccettate attraversano ogni tela, lavorando in tavolozze di colori che creano scene suggestive. I soggetti sono enfatizzati in contrasto con il sottile colore naturale e il bagliore luminoso che domina ogni pezzo. In alcuni lavori, le figure sono integrate nella pioggia o nella nebbia. In altri, gli alberi si stagliano scuri e animati contro scene sottilmente drammatiche.
 
Vivendo e lavorando a Vienna, Smolski incorpora il suo fascino per la qualità della luce in continua evoluzione in paesaggi fantastici e persino romantici. Ogni transizione graduale nella pittura attira lo spettatore ulteriormente nell'esperienza, invitando all'esplorazione. Ha recentemente partecipato alla 10a Biennale di Firenze nel 2015.

Visualizza le mostre passate

Bekir Smolski

Scattare la luce fantastico

7 dicembre - 18 gennaio 2018

Ricevimento: giovedì 7 dicembre 2017, 18:00-20:00

Spirit of the Water I
Spirito dell'acqua I

Acrilico su tela
47,5 "x 12"

Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Con olio su tela, Bekir Smolski dipinge ambienti che offuscano il confine tra fantasia e realtà. La luce cade dolcemente su paesaggi luminosi e silenziosi. Alberi immobili, sabbia e ghiaccio si congelano nel tempo sotto i colpi stretti del pennello di Smolski. L'impatto del tempo è evidente in ogni scena attraverso striature e dettagli testurizzati. Il lavoro di Smolski a volte assume una svolta surreale: in alcuni pezzi, punte di pietra e legno si curvano in modo impossibile attraverso le tele, risplendendo in cima. La terra e la flora sfaccettate attraversano ogni tela, lavorando in tavolozze di colori che creano scene suggestive. I soggetti sono enfatizzati in contrasto con il sottile colore naturale e il bagliore luminoso che domina ogni pezzo. In alcuni lavori, le figure sono integrate nella pioggia o nella nebbia. In altri, gli alberi si stagliano scuri e animati contro scene sottilmente drammatiche.
 
Vivendo e lavorando a Vienna, Smolski incorpora il suo fascino per la qualità della luce in continua evoluzione in paesaggi fantastici e persino romantici. Ogni transizione graduale nella pittura attira lo spettatore ulteriormente nell'esperienza, invitando all'esplorazione. Ha recentemente partecipato alla 10a Biennale di Firenze nel 2015.

Spirit of the Water I
Spirito dell'acqua I
Spirit of the Water II
Spirito dell'acqua II
Spirit of the Water III
Spirito dell'acqua III
The Elements
Gli elementi
Endless Flow
Flusso infinito
Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Guarda le mostre passate di Bekir Smolski

Tripping the Light Fantastico | 7 dicembre - 18 gennaio 2018

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela