Bellezza 2, Dipinti 39,5 x 39,5

Helga Zumstein: L'arte dell'intimità

Guardando tra i corpi e le interazioni nel lavoro di Helga Zumstein, qualsiasi spettatore può gioire dei suoi messaggi in codice. Le sue scene totalmente riconoscibili mostrano con attitudine grafica che l'arte è ovunque, ma a volte ci vuole un artist per catturarla veramente. Zumstein, cittadina svizzera, ha fatto della pittura la sua missione e la sua passione, e incorpora nelle sue opere le sue esperienze e il suo apprezzamento per le istituzioni artistic come musei, gallerie e scuole d'arte.

Con grande cura e una lunga esposizione alle belle arti, ha sviluppato una prospettiva stoica sulle delineazioni spesso vaghe di cosa sia l'arte. Per Zumstein, l'arte è lo spazio oltre la cornice così come lo spazio al suo interno. Nelle sue parole, i suoi dipinti hanno lo scopo di "estrarre lo speciale dall'ordinario; il prezioso dal banale". Il suo sguardo si sofferma su scene domestiche e bucoliche, ma sottolinea e celebra anche il artistry della vita quotidiana; come in ogni giorno e in ogni interazione trasformiamo noi stessi e il nostro ambiente in monumenti di autoespressione.

Sebbene lavori principalmente con i media tradizionali, Zumstein ha accolto con favore vari sviluppi tecnologici nel suo processo come mezzo per giocare con il realismo. La svizzera artist ha descritto la sua macchina fotografica come la sua principale fonte di ispirazione e la sua "compagna permanente", e il suo lavoro fa facilmente paragoni con gli elementi compositivi della fotografia. Zumstein, tuttavia, si allontana dal lato poetico del realismo, utilizzando una tavolozza acrilica minimale e prendendo diversivi liberali dalle sue fonti di ispirazione. Le sue tecniche le hanno permesso di raggiungere un raffinato senso di ironia e contemporaneamente instillare nei suoi dipinti una certa quieta dignità. Poiché la sua attenzione rimane fissa sui personaggi viventi che abitano i suoi dipinti, conserva un sorprendente senso di intimità che permea il suo lavoro.

In prima linea nei dipinti di Zumstein c'è un senso di spontaneità, movimento e momento, sia personale che universale, catturato quasi per caso. È in questo modo profondamente personale che lei calca il confine tra l'espressione di sé e accenni all'inesprimibile e all'universale. I momenti raffigurati nei dipinti di Zumstein sono momenti che potrebbero capitare a chiunque, e la bellezza che Zumstein mostra è il tipo di bellezza che passa inosservata nella vita frenetica di tutti i giorni. Piuttosto che trattare le sue figure come nature morte, Zumstein le impregna di una natura contemplativa, producendo uno specchio non solo per artist, ma per chiunque voglia osservare il loro riflesso e ricambiare il sorriso.

Helga Zumstein esporrà le sue opere d'arte all'Agora Gallery questo luglio 2015 con un ricevimento di apertura il 9 luglio 2015.

Leggi altre recensioni