Lee Porter: la risposta femminile australiana a "The Male Gaze"

Scritto da: Maureen Flynn

Senza contare le ben documentate predilezioni degli antichi greci, le immagini del derriere maschile sono rare nella storia dell'arte quasi quanto le loro controparti femminili sono abbondanti. La pittrice australiana Lee Porter non fa affermazioni stravaganti per i suoi soggetti, a parte affermare che desidera rappresentare "gli australiani da una prospettiva diversa".

Detto questo, nonostante la sua mancanza di pretese, i dipinti acrilici che Porter sta esponendo all'Agora Gallery, 530 West 25th Street dal 24 ottobre al 13 novembre (ricevimento giovedì 6 novembre, dalle 18:00 alle 20:00) sono spedizioni in un territorio relativamente inesplorato (a almeno da artiste) come l'Outback stesso, e solo per questo motivo può avere importanza storica. Di certo, possiedono arguzia e sono abilmente resi.

Gli "australiani", come li chiama affettuosamente, sono noti per essere un popolo vigoroso e all'aria aperta, e gli uomini hanno almeno la reputazione di essere maschi alfa atletici alla maniera di Crocodile Dundee, Mel Gibson e così via. Quindi è logico che un'artista donna con gli interessi estetici di Porter avrebbe molti modelli adatti per dipinti come "Country Bum". Il termine, ovviamente, non si riferisce a un vagabondo rustico, ma a ciò che alcune persone da questa parte dello stagno chiamano "panini". Quelli in questione sono visti in primo piano, avvolti strettamente in denim slavato. Questo, si suppone, spiega la parte "paese" del titolo.

Il significato di "The Cocky's" potrebbe essere più un mistero per un americano, ma il soggetto del dipinto è abbastanza chiaro: le parti inferiori di due uomini in blue jeans, visti anche in primo piano da dietro, seduti su una staccionata. Anche in questo caso, il compiuto stile realista di Porter conferisce al quadro una convincente verosimiglianza, ma il vero punto del quadro sembrerebbe essere il desiderio dell'artista di realizzare una composizione forte in termini formali da un soggetto che trova gradevole.

In effetti, i suoi dipinti sono abilmente concepiti e funzionano in termini astratti oltre che figurativi, ed è particolarmente abile nel catturare figure in azione, come fa in un altro acrilico su tela chiamato "Skate Boarder", raffigurante la regione posteriore inferiore di un giovane uomo su uno skateboard rosso con i suoi skivvies rossi che si esibiscono nel modo attuale, sospeso contro un cielo azzurro brillante sopra un paesaggio verdeggiante di dolci colline e fogliame denso come broccoli. L'angolo vertiginoso della composizione consente allo spettatore di condividere, per quanto indirettamente, la sua euforia mentre lui e il suo skateboard sfrecciano a rotta di collo, il paesaggio pastorale prendendo parte del rischio di uno sport che troppo spesso si gioca sul cemento con sfortunati risultati.

Viste di lato piuttosto che da dietro, anche altre cinque figure svettano nell'aria in "Nuotatori", mentre si tuffano all'unisono, una sopra l'altra, presumibilmente in una piscina o in un corpo idrico naturale che non è visibile nella pila verticale, composizione tagliata bruscamente. Anche in questo caso, Lee Porter si avvicina alla forma maschile da un altro punto di vista e si dimostra una pittrice di spirito vivace e notevole invenzione formale.

Crediti immagine: Country Bum acrilico su tela, 16" x 20"

Leggi altre recensioni