Alejandro Miras

La danza eterea: un sogno d'inverno

1 dicembre - 22 dicembre 2021

Ricevimento: 2 dicembre 2021, 18:00 - 20:00

Chiedere informazioni

Alejandro Miras si concentra sulla cattura delle impressioni nei suoi acquerelli e dipinti a olio, di solito lavorando in situ per catturare meglio la luce, i suoni e gli odori del suo soggetto e portarli in vita sulla sua tela. Studiando e lavorando a Barcellona, Miras attinge sia al paesaggio che all'architettura della città per creare un'opera che catturi il movimento, l'energia e la vita che accadono nelle strade, cercando l'onestà per consentire allo spettatore di dare la propria interpretazione dell'opera.

Nei suoi paesaggi, Miras non dipinge esattamente la scena, ma lascia che la sua interpretazione respiri e prenda vita da sola, ricreandola nella sua immaginazione per dare ad ogni composizione un senso di malinconia. Ispirati dalla leggerezza dell'impressionismo e dalle forti pennellate dell'espressionismo, i dipinti di Miras sembrano prendere vita propria, trasportando lo spettatore in ogni luogo. Da bambino, Miras accompagnava il padre architetto in giro per Barcellona, osservando e dipingendo la città, e quello spirito continua ad assorbire il suo lavoro oggi. Insegna disegno architettonico e acquerello a Barcellona e nelle città di tutta Europa.

Alejandro Miras

La danza eterea: un sogno d'inverno

1 dicembre - 22 dicembre 2021

Ricevimento: 2 dicembre 2021, 18:00 - 20:00

Azotea
Azotea

25" x 25"

notturno
notturno

23,5 x 31,5 pollici

Canale
Canale

20 "x 27,5"

Chiedere informazioni

Alejandro Miras si concentra sulla cattura delle impressioni nei suoi acquerelli e dipinti a olio, di solito lavorando in situ per catturare meglio la luce, i suoni e gli odori del suo soggetto e portarli in vita sulla sua tela. Studiando e lavorando a Barcellona, Miras attinge sia al paesaggio che all'architettura della città per creare un'opera che catturi il movimento, l'energia e la vita che accadono nelle strade, cercando l'onestà per consentire allo spettatore di dare la propria interpretazione dell'opera.

Nei suoi paesaggi, Miras non dipinge esattamente la scena, ma lascia che la sua interpretazione respiri e prenda vita da sola, ricreandola nella sua immaginazione per dare ad ogni composizione un senso di malinconia. Ispirati dalla leggerezza dell'impressionismo e dalle forti pennellate dell'espressionismo, i dipinti di Miras sembrano prendere vita propria, trasportando lo spettatore in ogni luogo. Da bambino, Miras accompagnava il padre architetto in giro per Barcellona, osservando e dipingendo la città, e quello spirito continua ad assorbire il suo lavoro oggi. Insegna disegno architettonico e acquerello a Barcellona e nelle città di tutta Europa.

Azotea
Azotea
notturno
notturno
Canale
Canale
Chiedere informazioni

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela
Unisciti alla nostra mailing list