Christine Iacobuzio-Donahue

Primavera in avanti

1 marzo - 22 marzo 2024

Ricevimento: 7 marzo 2024, 18:00 - 20:00

Chiedere informazioni Acquista su ARTmine Visualizza catalogo

Christine Iacobuzio-DonahueI dipinti e le sculture in acrilico di sono meditazioni profonde che si pongono a un bivio tra spiritualità e scienza. Buddista tibetano convertito dopo un viaggio in Nepal che gli ha cambiato la vita, Iacobuzio Donahue ha abbracciato gli insegnamenti fondamentali del dharma sulla natura e la trascendenza del dukkha, sofferenza. La sua opera nasconde le sottili basi della realtà umana; verità che ci sforziamo così tanto di dimenticare e respingere nei recessi della nostra mente: la natura impermanente e arbitraria dell'universo, la topografia caotica delle relazioni sociali, i contrasti inerenti al mondo naturale sia dentro che intorno a noi. Queste verità sporgono scomodamente da amalgami di colori primari riccamente saturi, scarabocchi frenetici e l'inattaccabile precisione trovata nella geometria di cubi, sfere, rettangoli o fossili marini, di cui Iacobuzio Donahue è un avido collezionista. Sotto l'apparente semplicità e ingenuità delle sue composizioni minimaliste, Iacobuzio Donahue rivela la rete di complessità che compongono la nostra esistenza.

Iacobuzio Donahue ha una laurea in Biologia presso la Adelphi University e una laurea in medicina presso la Boston University. Patologa gastrointestinale, dirige un laboratorio di ricerca dedicato alla biologia evolutiva e alla genetica delle neoplasie pancreatiche. Iacobuzio Donahue vive e lavora a New York City.

Christine Iacobuzio-Donahue

Primavera in avanti

1 marzo - 22 marzo 2024

Ricevimento: 7 marzo 2024, 18:00 - 20:00

Una vita ben vissuta
Una vita ben vissuta

14" x 13"

Decisione
Decisione

36 "x 36"

Vivo
Vivo

24 "x 24"

Colibrì
Colibrì

36 "x 36"

Chiedere informazioni Acquista su ARTmine Visualizza catalogo

Christine Iacobuzio-DonahueI dipinti e le sculture in acrilico di sono meditazioni profonde che si pongono a un bivio tra spiritualità e scienza. Buddista tibetano convertito dopo un viaggio in Nepal che gli ha cambiato la vita, Iacobuzio Donahue ha abbracciato gli insegnamenti fondamentali del dharma sulla natura e la trascendenza del dukkha, sofferenza. La sua opera nasconde le sottili basi della realtà umana; verità che ci sforziamo così tanto di dimenticare e respingere nei recessi della nostra mente: la natura impermanente e arbitraria dell'universo, la topografia caotica delle relazioni sociali, i contrasti inerenti al mondo naturale sia dentro che intorno a noi. Queste verità sporgono scomodamente da amalgami di colori primari riccamente saturi, scarabocchi frenetici e l'inattaccabile precisione trovata nella geometria di cubi, sfere, rettangoli o fossili marini, di cui Iacobuzio Donahue è un avido collezionista. Sotto l'apparente semplicità e ingenuità delle sue composizioni minimaliste, Iacobuzio Donahue rivela la rete di complessità che compongono la nostra esistenza.

Iacobuzio Donahue ha una laurea in Biologia presso la Adelphi University e una laurea in medicina presso la Boston University. Patologa gastrointestinale, dirige un laboratorio di ricerca dedicato alla biologia evolutiva e alla genetica delle neoplasie pancreatiche. Iacobuzio Donahue vive e lavora a New York City.

Una vita ben vissuta
Una vita ben vissuta
Decisione
Decisione
Vivo
Vivo
Colibrì
Colibrì
Chiedere informazioni Acquista su ARTmine Visualizza catalogo

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela