Jennifer Morrow

La vita non è che un sogno

22 maggio - 12 giugno 2018

Ricevimento: 24 maggio 2018, 18:00 - 20:00

Chiedere informazioni

Jennifer MorrowGli inquietanti dipinti di Catturano perfettamente la chiarezza emotiva della mente subconscia. Lavorando con tecniche prevalentemente miste, acquerello, inchiostro e acrilico su carta, l'artista sposa linee audaci e immediate con lavaggi di colore traslucidi controllati dall'applicazione di alcol per comporre volti sepolcrali senza nome che guardano portentosamente lo spettatore. Morrow pone spesso ogni volto su strati cristallini di colore pallido che compongono lo sfondo delle sue opere.

Nel Senza nome n.67 (2018), un busto anonimo fissa il pubblico con gli occhi spalancati e la bocca aperta su uno sfondo color crema e lavanda polverosa. Morrow delinea la figura con tratti di carboncino energici e irregolari, imbrattando il mezzo in punti che identificano ombre cavernose sotto gli zigomi e profonde cavità nel colletto della figura. Lavaggi bruciati di arancione e nero compongono le orbite scavate della figura che contrastano con audaci strisce di blu sulla fronte e magenta brillante intorno alle labbra. L'anonimato e l'aspetto quasi affondato del soggetto di Morrow invitano il suo pubblico a esplorare le proprie curiosità. L'artista spiega: "Attraverso questo processo posso catturare la mia visione, i miei pensieri e i miei sentimenti sulle persone e sfidare lo spettatore a mettere in discussione ciò che stanno vedendo".

Jennifer Morrow

La vita non è che un sogno

22 maggio - 12 giugno 2018

Ricevimento: 24 maggio 2018, 18:00 - 20:00

Senza nome 62
Senza nome 62

20 "x 16"

Senza nome n.67
Senza nome n.67

16 "x 12"

Senza nome n. 89
Senza nome n. 89

20 "x 16"

Senza nome n. 18
Senza nome n. 18

20 "x 16"

Chiedere informazioni

Jennifer MorrowGli inquietanti dipinti di Catturano perfettamente la chiarezza emotiva della mente subconscia. Lavorando con tecniche prevalentemente miste, acquerello, inchiostro e acrilico su carta, l'artista sposa linee audaci e immediate con lavaggi di colore traslucidi controllati dall'applicazione di alcol per comporre volti sepolcrali senza nome che guardano portentosamente lo spettatore. Morrow pone spesso ogni volto su strati cristallini di colore pallido che compongono lo sfondo delle sue opere.

Nel Senza nome n.67 (2018), un busto anonimo fissa il pubblico con gli occhi spalancati e la bocca aperta su uno sfondo color crema e lavanda polverosa. Morrow delinea la figura con tratti di carboncino energici e irregolari, imbrattando il mezzo in punti che identificano ombre cavernose sotto gli zigomi e profonde cavità nel colletto della figura. Lavaggi bruciati di arancione e nero compongono le orbite scavate della figura che contrastano con audaci strisce di blu sulla fronte e magenta brillante intorno alle labbra. L'anonimato e l'aspetto quasi affondato del soggetto di Morrow invitano il suo pubblico a esplorare le proprie curiosità. L'artista spiega: "Attraverso questo processo posso catturare la mia visione, i miei pensieri e i miei sentimenti sulle persone e sfidare lo spettatore a mettere in discussione ciò che stanno vedendo".

Senza nome 62
Senza nome 62
Senza nome n.67
Senza nome n.67
Senza nome n. 89
Senza nome n. 89
Senza nome n. 18
Senza nome n. 18
Chiedere informazioni

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela
Unisciti alla nostra mailing list