Lerone Pieters

Certe Fluidità

3 gennaio - 24 gennaio 2023

Ricevimento: 5 gennaio 2023, 18:00 - 20:00

Chiedere informazioni

Lerone Pieter la fotografia esprime con il colore il suo prodigio tecnico ed estetico. Il suo precedente impiego come color grader dimostra un occhio ultra fine per esplorazioni minori (e maggiori) in tonalità, saturazione, colorazione e illuminazione. Tuttavia, alla fine preferisce gli stand-by analogici della creatività fotografica: diversi momenti della giornata, condizioni meteorologiche, stagioni, elevazione e angolazione diverse.

La sua nativa New York City funge da soggetto illimitato per la sua fotografia analogica e digitale. Storie che altrimenti potrebbero perdersi nel frastuono visivo e impersonale della città ricevono nuova vita. Tableaux di emozione ed espressività sono ravvivati e amplificati posizionando le immagini su un nuovo asse di rotazione con colori ed effetti. Da questo nuovo punto di vista, Pieters crea stagioni, per così dire, in vignette altrimenti fisse. Clienti che si nascondono sotto gli ombrelli, sfrecciano a casa sotto la pioggia; un uomo anziano all'ombra che fissa il porto con l'inconfondibile sfondo del ponte di Brooklyn, quel ponte inorganico contrastato dal sole vivificante. Il tono generale adombrato della sua opera è, in parte, un tributo agli amici perduti e ai propri cari.

Le immagini di Pieters sono apparse nel lavoro di Associated Press, Adobe, La Semana Newspaper, la copertina di novembre 2019 di Virgin Australia Magazine e altri. È stato anche finalista di Unsplash Image of the Year per il 2018 e il 2020.

Lerone Pieters

Certe Fluidità

3 gennaio - 24 gennaio 2023

Ricevimento: 5 gennaio 2023, 18:00 - 20:00

Docce di Soho
Docce di Soho

36 "x 24"

Silent Hill
Silent Hill

36 "x 24"

Bufera di neve
Bufera di neve

36 "x 24"

Chiedere informazioni

Lerone Pieter la fotografia esprime con il colore il suo prodigio tecnico ed estetico. Il suo precedente impiego come color grader dimostra un occhio ultra fine per esplorazioni minori (e maggiori) in tonalità, saturazione, colorazione e illuminazione. Tuttavia, alla fine preferisce gli stand-by analogici della creatività fotografica: diversi momenti della giornata, condizioni meteorologiche, stagioni, elevazione e angolazione diverse.

La sua nativa New York City funge da soggetto illimitato per la sua fotografia analogica e digitale. Storie che altrimenti potrebbero perdersi nel frastuono visivo e impersonale della città ricevono nuova vita. Tableaux di emozione ed espressività sono ravvivati e amplificati posizionando le immagini su un nuovo asse di rotazione con colori ed effetti. Da questo nuovo punto di vista, Pieters crea stagioni, per così dire, in vignette altrimenti fisse. Clienti che si nascondono sotto gli ombrelli, sfrecciano a casa sotto la pioggia; un uomo anziano all'ombra che fissa il porto con l'inconfondibile sfondo del ponte di Brooklyn, quel ponte inorganico contrastato dal sole vivificante. Il tono generale adombrato della sua opera è, in parte, un tributo agli amici perduti e ai propri cari.

Le immagini di Pieters sono apparse nel lavoro di Associated Press, Adobe, La Semana Newspaper, la copertina di novembre 2019 di Virgin Australia Magazine e altri. È stato anche finalista di Unsplash Image of the Year per il 2018 e il 2020.

Docce di Soho
Docce di Soho
Silent Hill
Silent Hill
Bufera di neve
Bufera di neve
Chiedere informazioni

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela
Unisciti alla nostra mailing list