Istruito in passato dal "Pittore Errante", il defunto Moshe Proppes e oggi dal famoso pittore Ran Tenenbaum, Mali Lasker inizialmente fu un pittore figurativo. Tuttavia, la rivoluzione tecnologica e i conseguenti cambiamenti culturali hanno spostato il focus del suo lavoro verso una miscela di realismo e surrealismo caratterizzata da un’integrazione tra passato e futuro. "Considero lo stile artistic come uno strumento", afferma Lasker, "un mezzo per esprimere pittoricamente il mio mondo interiore e il mondo mentre lo osservo". Dipingendo ad olio, Lasker cattura il bagliore ambrato della luce delle lanterne, le scintillanti collisioni ultraterrene di viola, verdi e blu. Le statue classiche sono soggetti frequenti nel suo lavoro, vegliano sui nuotatori o osservano il loro stesso riflesso. In quanto artist, Lasker ha stabilito due regole per se stessa. La prima è che deve essere continuamente stimolata dal mondo circostante. La seconda è che deve dare a questo stimolo un'espressione visiva. L'arte è diventata, per Lasker, un'applicazione che richiede libertà. "La pittura", dice, "promana da tutte le esperienze, passando attraverso una miriade di filtri e estendendosi oltre uno stile o un altro". Mali Lasker vive e lavora a Tel Aviv, Israele.

Opere in evidenza
Palloncini Rossi
Viaggio in passeggino
ombre

Mali Lasker

Palloncini Rossi

Olio su tela
59,5" x 59,5"

Istruito in passato dal "Pittore Errante", il defunto Moshe Proppes e oggi dal famoso pittore Ran Tenenbaum, Mali Lasker inizialmente fu un pittore figurativo. Tuttavia, la rivoluzione tecnologica e i conseguenti cambiamenti culturali hanno spostato il focus del suo lavoro verso una miscela di realismo e surrealismo caratterizzata da un’integrazione tra passato e futuro. "Considero lo stile artistic come uno strumento", afferma Lasker, "un mezzo per esprimere pittoricamente il mio mondo interiore e il mondo mentre lo osservo". Dipingendo ad olio, Lasker cattura il bagliore ambrato della luce delle lanterne, le scintillanti collisioni ultraterrene di viola, verdi e blu. Le statue classiche sono soggetti frequenti nel suo lavoro, vegliano sui nuotatori o osservano il loro stesso riflesso. In quanto artist, Lasker ha stabilito due regole per se stessa. La prima è che deve essere continuamente stimolata dal mondo circostante. La seconda è che deve dare a questo stimolo un'espressione visiva. L'arte è diventata, per Lasker, un'applicazione che richiede libertà. "La pittura", dice, "promana da tutte le esperienze, passando attraverso una miriade di filtri e estendendosi oltre uno stile o un altro". Mali Lasker vive e lavora a Tel Aviv, Israele.

Palloncini Rossi

Olio su tela
59,5" x 59,5"

Viaggio in passeggino

Olio su tela
59,5 "x 31"

ombre

Olio su tela
28" x 35,5"

Chiedere informazioni

Guarda le mostre passate di Mali Lasker

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela