Pittore sudcoreano Yeon Soo KimIl lavoro di affronta temi forti di dissoluzione e fusione in relazione al tema più grande della diversità culturale nel mondo moderno, sebbene utilizzando un approccio davvero unico. Per Kim, l'autoritratto contemporaneo, così come l'obiettivo per vedere la nostra società moderna, globalizzata e orientata alla tecnologia, si traduce al meglio attraverso l'idea di un ragno. Durante il suo primo periodo di vita all'estero con suo marito in Australia, Kim ha incontrato per la prima volta di persona una tarantola selvatica, che l'ha riempita di tensione e paura. In seguito a questo incontro, ogni volta che si trovava in una situazione sconosciuta, rievocava questo ricordo e questa sensazione, e come tale ha iniziato a mettere in relazione l'immagine di un ragno con l'idea di trovarsi in un ambiente culturale sconosciuto. Da quel primo incontro, Kim ha scoperto che i ragni possono, in molti modi, agire come metafore del nostro mondo e del nostro stile di vita. Ad esempio, i ragni interagiscono con il mondo attraverso la sensazione e il tatto nel caso delle loro ragnatele, facendo affidamento più sulla sensazione che sulla razionalità, tastando la loro strada attraverso la vita e il mondo. Inoltre, grazie a Internet, gli esseri umani moderni ora interagiscono anche indirettamente con il mondo esterno per la maggior parte del tempo, utilizzando Internet come la nostra "rete" per raggiungerci l'un l'altro. Al di là della metafora diretta, inoltre, la natura della forma di un ragno gli consente di assumere qualità eccezionalmente emotive quando viene dipinto, consentendone anche la visione espressiva.

Opere in evidenza
Tarantole-1806
Tarantola-1808
Tarantole-1801

YeonSoo Kim

Tarantole-1806

Acrilico e tecnica mista su tela
47,5 "x 20"

Pittore sudcoreano Yeon Soo KimIl lavoro di affronta temi forti di dissoluzione e fusione in relazione al tema più grande della diversità culturale nel mondo moderno, sebbene utilizzando un approccio davvero unico. Per Kim, l'autoritratto contemporaneo, così come l'obiettivo per vedere la nostra società moderna, globalizzata e orientata alla tecnologia, si traduce al meglio attraverso l'idea di un ragno. Durante il suo primo periodo di vita all'estero con suo marito in Australia, Kim ha incontrato per la prima volta di persona una tarantola selvatica, che l'ha riempita di tensione e paura. In seguito a questo incontro, ogni volta che si trovava in una situazione sconosciuta, rievocava questo ricordo e questa sensazione, e come tale ha iniziato a mettere in relazione l'immagine di un ragno con l'idea di trovarsi in un ambiente culturale sconosciuto. Da quel primo incontro, Kim ha scoperto che i ragni possono, in molti modi, agire come metafore del nostro mondo e del nostro stile di vita. Ad esempio, i ragni interagiscono con il mondo attraverso la sensazione e il tatto nel caso delle loro ragnatele, facendo affidamento più sulla sensazione che sulla razionalità, tastando la loro strada attraverso la vita e il mondo. Inoltre, grazie a Internet, gli esseri umani moderni ora interagiscono anche indirettamente con il mondo esterno per la maggior parte del tempo, utilizzando Internet come la nostra "rete" per raggiungerci l'un l'altro. Al di là della metafora diretta, inoltre, la natura della forma di un ragno gli consente di assumere qualità eccezionalmente emotive quando viene dipinto, consentendone anche la visione espressiva.

Tarantole-1806

Acrilico e tecnica mista su tela
47,5 "x 20"

Tarantola-1808

Acrilico e tecnica mista su tela
46 "x 28,5"

Tarantole-1801

Acrilico e tecnica mista su tela
38,5 "x 64"

Chiedere informazioni

Visualizza le mostre passate di YeonSoo Kim

L'infinito dei pensieri
50 "x 50" - Acrilico su tela