Michele Simonetti

Michele Simonetti è un artist e architetto italiano con sede a Brooklyn, New York. L'ispirazione per il suo lavoro deriva dall'osservazione diretta di ciò che lo circonda. Usando linee nette e campi di colore ad alto contrasto, Simonetti sintetizza il paesaggio urbano in composizioni di minima purezza e tensione spaziale. Attraverso l'astrazione e la semplicità, è in grado di trovare un linguaggio visivo condiviso che può relazionarsi a tutti personalmente, culturalmente ed emotivamente. Le forme sono volutamente private di ogni caratteristica identificativa, diventando riferimenti universali che innescano ricordi inaspettati e costruiscono un'intima connessione con lo spettatore.

La distorsione cromatica è un'altra tecnica utilizzata da artist per distogliere l'attenzione del pubblico dai soggetti originali. Sulle tele fluttuano campi di colore spessi e strutturati in blu navy, ceruleo, marrone o oro. Ampi spazi negativi invitano lo spettatore a usare la propria immaginazione e costruire narrazioni uniche e personali: è un invito all'azione. Dice Simonetti: “Il mio lavoro è un'indagine su memorie personali e collettive, mondi reali e immaginari. Cerco un terreno comune, un luogo di esperienze visive condivise”.

Chiedere informazioni Visualizza catalogo

Michele Simonetti

Michele Simonetti è un artist e architetto italiano con sede a Brooklyn, New York. L'ispirazione per il suo lavoro deriva dall'osservazione diretta di ciò che lo circonda. Usando linee nette e campi di colore ad alto contrasto, Simonetti sintetizza il paesaggio urbano in composizioni di minima purezza e tensione spaziale. Attraverso l'astrazione e la semplicità, è in grado di trovare un linguaggio visivo condiviso che può relazionarsi a tutti personalmente, culturalmente ed emotivamente. Le forme sono volutamente private di ogni caratteristica identificativa, diventando riferimenti universali che innescano ricordi inaspettati e costruiscono un'intima connessione con lo spettatore.

La distorsione cromatica è un'altra tecnica utilizzata da artist per distogliere l'attenzione del pubblico dai soggetti originali. Sulle tele fluttuano campi di colore spessi e strutturati in blu navy, ceruleo, marrone o oro. Ampi spazi negativi invitano lo spettatore a usare la propria immaginazione e costruire narrazioni uniche e personali: è un invito all'azione. Dice Simonetti: “Il mio lavoro è un'indagine su memorie personali e collettive, mondi reali e immaginari. Cerco un terreno comune, un luogo di esperienze visive condivise”.

Chiedere informazioni Visualizza catalogo
Titolo dell'opera d'arte
Acrilico su tela
50" x 50"

Michele Simonetti

Unisciti alla nostra mailing list